Tag

, ,

Persa nei gesti meccanici, nei simulatori e quant’altro. Tempo poco, voglia sempre meno. Di tutto, di niente. Sono dove non mi si può vedere. Presa e persa, col pilota automatico.
Volti vecchi di anni che ho visto scorrere in fretta senza lasciare traccia di me. Volti che scopri sembrare migliori. O meglio scopri sembrare e basta.
Nascosti dietro immagini, adulazioni, battute. Io ferma dov’ero. Magari no. Una punta di rammarico per non essere riuscita a sembrare.
Sembrare e non essere, fuor di dubbio, credo poco ci sia qualcosa nella visione casuale che si offre di sè stessi, volenti o nolenti. E no, non mi consola.
Mostrare un’immagine. Spogliarsi nel proprio essere identità nulle o pensanti. Nascondersi nell’atto di mostrarsi, sovrapponendo la percezione di sè all’essere autentico. Nel bene o nel male. Coprire e sovrapporre. Non c’è posto per nessuna purezza.

Annunci